Archivio per settembre 2009

Ghostbusters universitari

settembre 17, 2009

Ecco un video indicatomi dal fedele lettore Marco. Un’idea semplicemente geniale, cosa darei per farla all’Università…Comunque questi qui, chiunque essi siano, sono dei grandi.

Annunci

Il traduttore di canzoni (3)

settembre 16, 2009

E’ tornato il traduttore. Dopo mesi di silenzio, torna a far parlare di sé questa fantasmagorica rubrica il cui unico fine è…il cui scopo precipuo è…la cui finalità principale è…Non lo so. Comunque, una finalità ce l’ha, ne sono sicuro: oscura, ignota, imperscrutabile, ma pur sempre una finalità. Oggi prenderemo in esame uno dei successi dell’estate: “She Wolf” di Shakira. In realtà non ho la più pallida idea di quali siano i successi dell’estate, però ho visto il video di questa canzone e ne sono rimasto piacevolmente colpito: belle scenografie, bell’ambientazione, incantevole trama. E’ interessante, soprattutto, la scena in cui lei, Shakira, è in gabbia, con una tutina aderentissima e dorata, dimenandosi come una forsennata mentre mima almeno 17 diverse posizioni del kamasutra. Sostanzialmente: meglio dei porni. Il commento di Lorenzo sulla suddetta cantante è stato: “Shakira io ti xxxxxxxx xxxxxx xxxxxxxx xxxxxxx. E poi xxxxxx xxxx xxxx xxxxxx!“. Luca, il superdotato più famoso di Pisa, ha risposto così a una mia domanda sulla canzone: “Guarda, io ho visto due volte la canzone su Mtv, ma se ti dovessi dire che ho ascoltato una sola nota della melodia, direi una cazzata“. Insomma, come avrete capito, i successo della canzone si basa principalmente sul testo. E perciò mi sembra il caso di tradurlo in italiano (è la letteratura che me lo chiede):

She Wolf

Lei lupo

S.O.S. she’s in disguise
S.O.S. she’s in disguise
There’s a she wolf in disguise
Coming out, coming out, coming out

S.O.S. lei è in travestimento
S.O.S. lei è in travestimento
C’è un lei lupo in travestimento
Che esce, che esce, che esce

A domesticated girl that’s all you ask of me
Darling it is no joke, this is lycanthropy
The moon’s awake now with eyes wide open
My body’s craving, so feed the hungry

Una ragazza addomesticata che mi chiediate tutto a me
Tesoro non è uno scherzo, questa è licantropia
La luna ora è sveglia con occhi grandi aperti
Il mio corpo ha bisogno, quindi alimenta l’affamato

I’ve been devoting myself to you Monday to Monday and Friday to Friday
Not getting enough retribution or decent incentives to keep me at it
I’m starting to feel just a little abused like a coffee machine in an office
So I’m gonna go somewhere cozy to get me a lover
And tell you all about it

Mi sto dedicando a voi da lunedì a lunedì e da venerdì a venerdì
Non prendendo sufficiente retribuzione o incentivi decenti per continuare
Mi sto iniziando a sentire giusto un cincignino sfruttata, come una macchinetta del caffè in ufficio
E sto andando da qualche parte per farmi un amante
E poi raccontartelo

There’s a she wolf in your closet
Open up and set her free
There’s a she wolf in your closet
Let it out so it can breathe

C’è un lei lupo nell’armadio
Aprilo e libera lei
C’è un lei lupo nell’armadio
Lasciala cosicchè respiri

Sitting across a bar, staring right at her prey
It’s going well so far, she’s gonna get her way
Nocturnal creatures are not so prudent
The moon’s my teacher, and I’m her student

Seduta attraverso un bar, fissante la sua preda
Lei sta andando bene, sta per prendere la sua strada
Le creature notturne non sono così prudenti
La luna è il suo insegnante e lei la sua studente

To locate the single men, I got on me a special radar
And the fire department hotline in case I get in trouble later
Not looking for cute little divos or rich city guys that just want to enjoy
But having a very good time and behave very bad in the arms of a boy

Per allocare gli uomini soli, mi sono preso un radar speciale
E la linea calda dei vigili del fuoco nel caso abbia dei problemi dopo
Non cercando piccoli dici carini o ricchi ragazzi dei città che si vogliano unire
Ma divertendomi e comportandomi davvero male nelle tra le braccia di un ragazzo

There’s a she wolf in the closet
Open up and set her free
There’s a she wolf in your closet
Let it out so it can breathe

C’è un lei lupo nell’armadio
Aprilo e libera lei
C’è un lei lupo nell’armadio
Lasciala cosicchè respiri

S.O.S. she’s in disguise
S.O.S. she’s in disguise
There’s a she wolf in disguise
Coming out, coming out, coming out

S.O.S. lei è in travestimento
S.O.S. lei è in travestimento
C’è un lei lupo in travestimento
Che esce, che esce, che esce

C’è poco da dire su questa brutta vicenda. Come si evince chiaramente dal testo, questa è una brutta storia di sfruttamento tra le mura domestiche, con annessa repressione sessuale. La povera protagonista si lamenta di lavorare 2 giorni a settimana (lunedì e venerdì), come governante probabilmente, ma non viene adeguatamente retribuita, e allora è incazzata come un lupo mannaro, giustamente. E per ripicca minaccia il datore di lavoro (che probabilmente la sfrutta anche sessualmente, ndr) di andare nel bar più vicino e farsi il primo che trova. Non contenta, poi, si compra addirittura un giornale di annunci (radar) per trovare uomini soli, che probabilmente deruberà per racimolare i soldi che non riesce a guadagnare col suo lavoro. Eh, la crisi c’è dappertutto. Speriamo che Shakira ci faccia sapere poi se questa è una storia autobiografica e se, magari, questa governante sia riuscita a farsi corrispondere i soldi per le sue prestazioni. Comunque strano: a vedere il video, non mi pareva che la canzone parlasse dei diritti dei lavoratori.

Istruzioni per le istruzioni (in aereo)

settembre 16, 2009

Nessun commento da fare su questo video: non ce n’è bisogno. L’importante è ricordarsi sempre: “Per qualsiasi necessità, un panetto da 2 chili di cocaina è riposto sotto il vostro sedile”.

YES, WE CAN…ma trombà! – Autobiografia di un leader

settembre 7, 2009

A nove mesi dal suo insediamento alla Casa Bianca, il presidente Obama ha già raggiunto importanti obiettivi sia in politica interna sia in politica estera. Come non citare dunque l’importante trattato di riduzione degli arsenali nucleari firmato con l’ambiziosa Russia di Putin e Dmitrij Medvedev; la chiusura del carcere di Guantanamo e la netta presa di posizione verso la CIA; il duro lavoro svolto col suo team di giovani economisti ed accademici per far fronte alla disgrazia del tracollo economico patito negli USA; l’elaborazione di un progetto di riforma della sanità con l’importante collaborazione della vice-presidente Clinton… Eppure anche Obama ha dei limiti, ha dei rimpianti, come molti di noi ha un passato poco felice, ha dovuto affrontare problemi di grandi dimensioni, ha sofferto anche lui le pene dell’amore. Ma Obama è una figura politica rivoluzionaria e predilige il rapporto diretto con gli elettori. Non è un rapporto di stampo populista…è un rapporto di fiducia, amicizia e confidenza…

Ecco dunque Mr. Obama che si confida col suo amato popolo americano.