Posted tagged ‘Lorenzo’

Matteo e il segaiolo

dicembre 12, 2010

Matteo, riguardo un ragazzo che si ammazza di seghe:

“Guarda che lui lì che si consuma di seghe, un giorno si ritrova con i moncherini ai polsi!”

Pierre, il cinefilo pornografo

gennaio 27, 2010

Pierre, uno dei maggiori esperti di cinema, a livello della provincia di Pistoia, dopo essere stato contagiato dalla mania dei “tag” (chiedere a Lorenzo e Matteo), ha così ribattezzato il nuovo fenomeno mediatico, “Avatar“:

Chiavatar!”

Il nome sarebbe buono per un film porno, parodia del kolossal statunitense.

Il traduttore di canzoni (3)

settembre 16, 2009

E’ tornato il traduttore. Dopo mesi di silenzio, torna a far parlare di sé questa fantasmagorica rubrica il cui unico fine è…il cui scopo precipuo è…la cui finalità principale è…Non lo so. Comunque, una finalità ce l’ha, ne sono sicuro: oscura, ignota, imperscrutabile, ma pur sempre una finalità. Oggi prenderemo in esame uno dei successi dell’estate: “She Wolf” di Shakira. In realtà non ho la più pallida idea di quali siano i successi dell’estate, però ho visto il video di questa canzone e ne sono rimasto piacevolmente colpito: belle scenografie, bell’ambientazione, incantevole trama. E’ interessante, soprattutto, la scena in cui lei, Shakira, è in gabbia, con una tutina aderentissima e dorata, dimenandosi come una forsennata mentre mima almeno 17 diverse posizioni del kamasutra. Sostanzialmente: meglio dei porni. Il commento di Lorenzo sulla suddetta cantante è stato: “Shakira io ti xxxxxxxx xxxxxx xxxxxxxx xxxxxxx. E poi xxxxxx xxxx xxxx xxxxxx!“. Luca, il superdotato più famoso di Pisa, ha risposto così a una mia domanda sulla canzone: “Guarda, io ho visto due volte la canzone su Mtv, ma se ti dovessi dire che ho ascoltato una sola nota della melodia, direi una cazzata“. Insomma, come avrete capito, i successo della canzone si basa principalmente sul testo. E perciò mi sembra il caso di tradurlo in italiano (è la letteratura che me lo chiede):

She Wolf

Lei lupo

S.O.S. she’s in disguise
S.O.S. she’s in disguise
There’s a she wolf in disguise
Coming out, coming out, coming out

S.O.S. lei è in travestimento
S.O.S. lei è in travestimento
C’è un lei lupo in travestimento
Che esce, che esce, che esce

A domesticated girl that’s all you ask of me
Darling it is no joke, this is lycanthropy
The moon’s awake now with eyes wide open
My body’s craving, so feed the hungry

Una ragazza addomesticata che mi chiediate tutto a me
Tesoro non è uno scherzo, questa è licantropia
La luna ora è sveglia con occhi grandi aperti
Il mio corpo ha bisogno, quindi alimenta l’affamato

I’ve been devoting myself to you Monday to Monday and Friday to Friday
Not getting enough retribution or decent incentives to keep me at it
I’m starting to feel just a little abused like a coffee machine in an office
So I’m gonna go somewhere cozy to get me a lover
And tell you all about it

Mi sto dedicando a voi da lunedì a lunedì e da venerdì a venerdì
Non prendendo sufficiente retribuzione o incentivi decenti per continuare
Mi sto iniziando a sentire giusto un cincignino sfruttata, come una macchinetta del caffè in ufficio
E sto andando da qualche parte per farmi un amante
E poi raccontartelo

There’s a she wolf in your closet
Open up and set her free
There’s a she wolf in your closet
Let it out so it can breathe

C’è un lei lupo nell’armadio
Aprilo e libera lei
C’è un lei lupo nell’armadio
Lasciala cosicchè respiri

Sitting across a bar, staring right at her prey
It’s going well so far, she’s gonna get her way
Nocturnal creatures are not so prudent
The moon’s my teacher, and I’m her student

Seduta attraverso un bar, fissante la sua preda
Lei sta andando bene, sta per prendere la sua strada
Le creature notturne non sono così prudenti
La luna è il suo insegnante e lei la sua studente

To locate the single men, I got on me a special radar
And the fire department hotline in case I get in trouble later
Not looking for cute little divos or rich city guys that just want to enjoy
But having a very good time and behave very bad in the arms of a boy

Per allocare gli uomini soli, mi sono preso un radar speciale
E la linea calda dei vigili del fuoco nel caso abbia dei problemi dopo
Non cercando piccoli dici carini o ricchi ragazzi dei città che si vogliano unire
Ma divertendomi e comportandomi davvero male nelle tra le braccia di un ragazzo

There’s a she wolf in the closet
Open up and set her free
There’s a she wolf in your closet
Let it out so it can breathe

C’è un lei lupo nell’armadio
Aprilo e libera lei
C’è un lei lupo nell’armadio
Lasciala cosicchè respiri

S.O.S. she’s in disguise
S.O.S. she’s in disguise
There’s a she wolf in disguise
Coming out, coming out, coming out

S.O.S. lei è in travestimento
S.O.S. lei è in travestimento
C’è un lei lupo in travestimento
Che esce, che esce, che esce

C’è poco da dire su questa brutta vicenda. Come si evince chiaramente dal testo, questa è una brutta storia di sfruttamento tra le mura domestiche, con annessa repressione sessuale. La povera protagonista si lamenta di lavorare 2 giorni a settimana (lunedì e venerdì), come governante probabilmente, ma non viene adeguatamente retribuita, e allora è incazzata come un lupo mannaro, giustamente. E per ripicca minaccia il datore di lavoro (che probabilmente la sfrutta anche sessualmente, ndr) di andare nel bar più vicino e farsi il primo che trova. Non contenta, poi, si compra addirittura un giornale di annunci (radar) per trovare uomini soli, che probabilmente deruberà per racimolare i soldi che non riesce a guadagnare col suo lavoro. Eh, la crisi c’è dappertutto. Speriamo che Shakira ci faccia sapere poi se questa è una storia autobiografica e se, magari, questa governante sia riuscita a farsi corrispondere i soldi per le sue prestazioni. Comunque strano: a vedere il video, non mi pareva che la canzone parlasse dei diritti dei lavoratori.

Cani non ammessi

luglio 25, 2009

Si mostra ufficialmente il nuovo simbolo internazionale degli Atei:

Simbolo Atei

Simbolo Atei

Come avrete notato, questo simbolo altro non è che quello di “Cani non ammessi“, che di solito si vede affisso sulle entrate dei negozi. Come mai questa immagine è stato scelta (da me e Lorenzo) come nuovo simbolo degli atei? Beh, il ragionamento è elementare e si basa su un semplice sillogismo. Chi volesse conoscere nel dettaglio questo sillogismo, contatti direttamente la redazione di Theciuffi. Un aiutino? Vi posso solo dire che il tutto è basato sulla frequente battuta pronunciata da Lorenzo alla vista di un cane: “Bah, o che ci fa Gesù?“. Meditate, gente, meditate.

Ciao Rain Man!

luglio 22, 2009

Mercoledì 8 Luglio 2009. Milano. Stadio San Siro, ore 23.40. Concerto degli U2 appena concluso…

Girovagando fra i paninari disseminati intorno allo stadio avviene l’incontro del secolo.

Non è Bono, tanto meno The Edge..nè Adam Clayton e Larry Mullen Jr.

Alisei uno di noi

Alisei uno di noi

Bensì FABIO ALISEI. Chi di voi ascolta lo Zoo di 105 apprezzerà moltissimo questo post…altri, come il mio amico e compagno di studi Federico un po’ meno. Anche perchè quest’ultimo ha avuto sin da subito un rapporto “conflittuale” col grande Alisei: Fede era l’addetto alla fotografia e, da buon fotografo, ha fatto più di una foto per avere almeno uno scatto ben fatto; questa cosa però è stata scherzosamente notata da Alisei che parlando a noi 3 nella foto (io, Charly e Pippo) ha constatato: “ma è autistico il vostro amico? …si è incantato…continua a cliccare sulla macchinetta” e poi gli ha dato il colpo di grazia al momento di salutarci, allorchè, dopo un caloroso “ciao ragazzi!! buona serata” si è rivolto a Fede come se lo conoscesse da una vita e lo ha salutato: “whe…ciao Rain Man!!

[Per chi di voi non avesse capito la battuta, ricordo che Rain Man è il capolavoro cinematografico di Barry Levinson interpretato da Tom Cruise e Dustin Hoffman, quest’ultimo nella parte, appunto, di un uomo affetto da autismo]

Fra l’ilarità generale (ovviamente non quella di Fede, che da buon “bubbolone” ha avuto da ridire fino a che non siamo andati a letto e anche nei giorni seguenti) ce ne siamo andati…contenti per il fantastico concerto di Bono & Co. e per la chicca finale che ha chiuso la serata.

P.s Fede, mettiti l’anima in pace..ne abbiamo già discusso e le tue tesi non sussistono, quindi qualsiasi tuo commento particolarmente negativo sulla vicenda e sulla persona di Alisei verrà puntualmente censurato dalla direzione di theciuffi. Nonostante la nostra tradizione democratica questa volta faremo un’eccezione… 😉

L’Italiano non è un’opinione

gennaio 23, 2009

Recentemente è trapelata la notizia che la Treccani, la Utet e la Zanichelli pubblicheranno una nota congiunta di aggiornamento del vocabolario della lingua italiana. A cosa è dovuta questa frettolosa iniziativa? A me. Senza falsa modestia, vi comunico di aver coniato, al telefono con Lorenzo, un neologismo mica perrìde (=per ridere), ovvero: “imbarazzanze“. Le case editrici hanno dovuto adeguarsi a questa ondata neologistica, per rimanere al passo coi tempi. La parola in questione va a sostituire l’ormai vetusto “imbarazzantissimo“, superlativo di “imbarazzante“. Il neologismo infatti è di forte impatto emotivo e di più immediata pronuncia, per questo gli esperti del settore gli hanno predetto un sicuro successo e i bookmaker danno già 1 a 2 la definitiva scomparsa di “imbarazzantissimo” dal parlato entro il 2009. Ai posteri l’ardua sentenza.

P.S.: Quest post è imbarazzanze.