Posted tagged ‘Maremma ladra’

Simpatica Conversazione Su Facebook

febbraio 11, 2009

Il Nano Moccolo

Il Nano Moccolo

Giacomo Taddei alle 12.03 del 08 febbraio:

Grande Moccolo! Caro amico, che osservi camera mia dall’alto (visto che sei sopra la libreria) e disprezzi tutte le persone che vedi entrare, accogliendoli con una salva di… moccoli, appunto. Per chi non lo conoscesse, Moccolo era uno dei sette nani, ma la Disney lo cacciò dalla simpatica squadra di minatori in quanto i suoi modi rudi e la sua greve favella non si addicevano molto a un film per i più piccoli. Io lo trovai, per caso, tra molti altri nani, in un’offerta all’Ipercoop, al costo di 2 euri e 50. Lo presi e lo accolsi nella mia casa, presentandogli i miei amici e portandolo anche come Guest Star al 18° compleanno di Giulia Urzino. Adesso si gode la vita moccolando sulla libreria di casa mia, meditando vendetta contro il Mondo dello spettacolo, che lo ha rifiutato, e contro i suoi sei ex-compagni più il menomato (come dice lui) che lo ha rimpiazzato, ovvero Mammolo.

Giulia Francesconi alle 21.17 del 08 febbraio:

Veramente a casa tua c’è anche 1altro ospite degno di nota,ovvero il mio amatissimo(e mai dimenticato) Furby , che tu detieni illegalmente nella tua stanza da circa 3 anni…Adesso pretendo una foto ed una dichiarazione d’amore anche per lui,altrimenti lo libero!

Giacomo Taddei alle 21.20 del 08 febbraio:

Prometto che a breve presenterò un articolo anche su quell’ospite di camera mia. P.S.: Giulia ti amo, ma anche al tuo Furby una botta non la negherei…

Lorenzo Storai alle 21.49 del 08 febbraio:

mi sento costretto a intervenire in questa disputa coniugale. allora:

1) non credevo di essere stato scavalcato dal Furby e addirittura dalla Giulia nella classifica “due stianti te li darei”

2) “giulia ti amo” un ci credi nemmeno te! al massimo “lore ti amo”, “pes ti amo”, “troie di montecatini vi amo”, “cecina ti amo”, “inter ti amo”, ecc,

3) già che ci sei presenta un articolo anche su quell’ospite (nero,di gomma,40cm,doppio,vibro,rotante) che tieni sotto i pigiami nel cassetto vicino al letto

4) io te lo dico…

Giacomo Taddei alle 21.55 del 08 febbraio:

Ritratto tutto: “Lorenzo ti amo”

Giulia Francesconi alle 22.02 del 08 febbraio:

Che bella coppia… destinazione Spagna?

Lorenzo Storai alle 11.42 del 11 febbraio:

no, destinazione CECINA!!! tuttoappostoaferragosto. le nozze verranno celebrate nel locale in cui andavamo tutte le sere…e mi piacerebbe che fossero celebrate dal butta-fuori nero! per le fedi ho pensato a qualcosa di poco convenzionale…tipo invece che anelli potremmo farci un piercing: una borchia stile cinghiale che pende dal naso e sulla quale incideremo data e nomi.

Annunci

Quando uno ha ragione…

dicembre 26, 2008

“Io nonn sono 1 igniorante”

(Scritta su muro, Pisa)

Buon Natale

dicembre 24, 2008

Gli Auguri di Natale sono un “must” e nemmeno questo nostro blog demenziale vi si può sottrarre. C’è chi li manda simpatici, chi li manda ironici, chi li manda seri, formali, brutti, kitsch, porno, ecc…e c’è anche chi non li manda proprio. Io, contravvenendo ad ogni consuetudine del popò di fardone che è questo blog, faccio tanti auguri di Buon Natale a tutti. Maremma impestata ladra coprofaga zoccola piattolosa itterica invacchita e sbudellata, aggiungerei. L’imprecazione è necessaria per abbassare la serietà di tono dell’intervento. Comunque, Auguri a tutti. 

La guerra chimica

novembre 22, 2008

Tranquilla notte di novembre. In un parcheggio di Montecatini, un gruppo di amici appena usciti da un ristorante sta decidendo in quale pub andare. Due delle quattro ragazze presenti hanno freddo e decidono di entrare nell’automobile del ragazzo di una delle due, per riscaldarsi un po’. Le ragazze entrano in auto, ignare di quello che di lì a poco rischieranno di subire. Lorenzo, fidanzato di una delle due e possessore dell’auto, ha in mente un piano per attentare all’incolumità delle fanciulle, e intende così realizzarlo:

“Oh ragazzi, le due Giulie sono entrate nella mia macchina. Madonna che movimento di stomaco che c’ho, ora gli apro uno sportello e gli ci cao dentro, così ci schiantano dal puzzo…tra l’altro è anche la mia macchina, ma chi se ne frega! Domani la lavo!”

Sarà riuscito a mettere in pratica il suo piano criminale? Solo le cronache giudiziarie sapranno rispondere a questo enigma.